Home
  • La teoria dell'Affascinazione come chiave per la comprensione della Comunicazione Interpersonale e del Coinvolgimento
  • Utilizzi della fascinazione
  • Cosa è l'affascinazione e la  "Fascinazione"?
  • La "Fascinazione Ipnotica" un fenomeno potente e poco conosciuto
  • Fascinazione ed Affascinazione
  • La «scatola nera» della fascinazione
  • La "Forza Fascinativa"
  • Fascinazione Ipnotica e Campo Quantico
  • Alcuni elementi facilitativi della fascinazione
  • Fascinazione nel mondo animale
  • Uomo e animale. La Fascinazione per il Potere ed assicurarsi il Partner
  • La storia della fascinazione
  • La Fascinazione nell'antichità
  • La fascinazione nell'era moderna
  • La Fascinazione e la paura di fondo dell'essere umano.
  • Utilizzo della Fascinazione in Terapia e la Terapia con lo sguardo
  • Alcuni elementi della Fascinazione
  • Autofascinazione ed Autoipnosi
  • Contact Us
    FAQ's

    Fascinazione oggettiva e fascinazione soggettiva

    Utilizziamo l'espressione fascinazione oggettiva per indicare l'affascinazione operata da un oggetto od una cosa.
    Chiamiamo invece fascinazione soggettiva la fascinazione operata da una persona.
    Originariamente gran parte della fascinazione è comunque soggettiva ed esercitata dalle figure parentali con cui entra in contatto  : solo successivamente, nella crescita del bambino, oggetti e concetti prima neutri cominciano a prendere valore fascinativo.
    Se osserviamo però con metodiche appropriate l'origine dell'affascinazione per un concetto troviamo normalmente sempre dei momenti di fascinazione soggettiva all'origine della creazione della maggior parte delle situazioni di fascinazione oggettiva.
    In altre parole è l'interesse osservato negli adulti verso oggetti o persone che fornisce la base perchè il bambino si comporti in maniera analoga scegliendo simili oggetti del suo desiderio.
    L'educazione svolge un grande ruolo al riguardo in quanto rappresenta il sistema attraverso il quale il bambino viene orientato a compiere scelte nella vita.
    Che momenti di contatto interpersonale possano essere all'origine della maggior parte dell'interesse per gli oggetti che divengono simboli nella nostra vita è dimostrato ad esempio dal fatto che, utilizzando le dinamiche di regressione, anche partendo da situazioni di affascinazione per oggetti (ad esempio denaro) tornando nel passato torniamo a momenti interpersonali.
    Questo ci fa propendere quindi per l'idea della "naturalezza" del processo di fascinazione e come questo possa essere alla base di una serie molto ampia di situazioni.
    Il passare del tempo porta poi la situazione interpersonale a divenire "intrapersonale", ovverosia non più dipendente da elementi esterni.
    Un'utilità a livello evolutivo del meccanismo di fascinazione è probabilmente nel fatto che permette di "fissare" l'attenzione sugli stimoli ritenuti di maggior interesse ed utilità e probabilmente gioca un ruolo nel processo di "imprint" dell'educazione..